Maurizio Goina
intro---bio---COMPOSIZIONI---ricerca---contatti----------english
   
passo a sei ----Passo a sei (2012), video musicale.
-
il suono di una mano ----Il suono di una mano (2009), video musicale.
In uno dei racconti della tradizione Zen si narra di un maestro che propone ad un discepolo il seguente koan: "possiamo udire il suono di due mani che battono l'una contro l'altra, ma qual' il suono di una sola mano?"
nuvolare ----Nuvolare (2006-2008), video musicale.
Tratta di realta' e fantasia, pesantezza e leggerezza, opacità e trasparenza.
Le immagini sono state girate a Brighton (UK).
Il commento sonoro e' realizzato dalla voce dell'autore.
DI-VISI ----DI-VISI (2007), composizione multimediale. Soggetto, musica e video di Maurizio Goina, coreografia di Sarah Taylor, danzatori Valentina Moar e Denny Fiorino.

----Sixteen Tons (2007), spettacolo multimediale. Coreografia Rosie Whitney-Fish, musica, live electronics e video Maurizio Goina, cantante/improviser Natasha Lohan, performers Angeliki Chatzi, Nicola Connibre e Roxannie Zogana.

----Joy (2007), musica concreta (voce originale di Natasha Lohan).
Il testo e' basato su un vecchio libro di cucina, "The Joy of Cooking".
DI-VISO ----DI-VISO (2006), video.
Uno studio solamente visivo su alcune possibilita' espressive del volto umano, prendendone singoli elementi e combinandoli "mostruosamente".




----Gradatim (2006), musica per viola, suoni registrati e live electronics.
Il suono stesso della viola viene usato per creare un tessuto ritmico-armonico su cui poi sviluppa sempre nuove trame, cadenzate da rumori di passi preregistrati.
Sono necessari 2 esecutori, un violista e un musicista elettronico.
nongianni ----Nongianni (2005), video musicale.
Ispirato alle opere e alla poetica del pittore Giorgio Morandi.
La musica e' prodotta da suoni modificati di metallo e vetro.


zois ----Zois (2004), video musicale.
A cent'anni dal suo arrivo a Trieste, James Joyce vi fa ritorno, in cerca dei luoghi a lui famigliari.
La parte video e' composta esclusivamente da sequenze fotografiche, la parte musicale e' composta da frammenti rimescolati della registrazione di un brano del "Finnegans Wake" di Joyce letto da John Cage.


flatland ----Flatland (2004), video musicale.
Liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Edwin A. Abbott, narra di un mondo bidimensionale, in cui gli abitanti sono poligoni regolari che vivono ignari su di un piano, fino a che un giorno una sfera non li introduce ai misteri della terza dimensione.
Il video e' realizzato in 3D, usando fotografie di luci autostradali riprese la notte.
L'audio e'  costituito partendo da registrazioni di rumori filtrati del lavello della cucina.